Statuto - CONASFA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Statuto

Chi Siamo

CONASFA
FEDERAZIONE NAZIONALE ASSOCIAZIONI FARMACISTI NON TITOLARI
(Venezia – 9 Novembre 2013)


Art.1 – COSTITUZIONE
1.1  E’ costituita CONASFA Federazione Nazionale Associazioni Farmacisti Non Titolari
1.2  Essa riunisce e rappresenta le Associazioni Provinciali, Interprovinciali, Regionali, i Coordinamenti e Movimenti, da ora  Associazioni, tra Farmacisti non titolari che ne facciano richiesta

Art. 2 - SEDE
2.1  CONASFA ha sede in FIRENZE Viale Europa 145
2.2  La sede legale può essere trasferita su delibera del Consiglio Direttivo senza modifica dello statuto

Art. 3 - FINALITA’
CONASFA:
3.1 è apartitica e aconfessionale
3.2 non persegue fini di lucro e si propone di tutelare e rappresentare gli interessi culturali, professionali e lavorativi dei Farmacisti non titolari
3.3  sviluppa e mantiene rapporti tra le Associazioni dei Farmacisti non titolari al fine di collaborare allo studio di tutti quei provvedimenti che possono riguardarli
3.4  cerca in sede di attività ordinaria il confronto tra tutte le Associazioni aderenti per una larga condivisione sulle posizioni ed azioni da intraprendere in rispetto allo Statuto ed il Regolamento
3.5  coordina lo studio dei problemi professionali e lavorativi proponendo delle soluzioni
3.6  collabora con la F.O.F.I. Federazione Ordini Farmacisti Italiani e gli Ordini Provinciali per l’espletamento dei compiti a loro affidati, mantenendo rapporti con le Presidenze ed i Consigli
3.7  esamina ogni problema di categoria
3.8  collabora con le Organizzazioni, Enti ed Associazioni Nazionali
3.9  collabora con le Associazioni in ambito regionale e locale
3.10  rappresenta le Associazioni davanti a tutti i soggetti pubblici e privati a livello nazionale ed internazionale che operano nell’ambito professionale e lavorativo
3.11  esercita le altre funzioni deliberate dall’Assemblea delle Associazioni
3.12  promuove, ove non esistenti, aggregazioni fra colleghi farmacisti non titolari
3.13  può aderire ad Organizzazioni nazionali, sovranazionali ed internazionali con finalità compatibili agli scopi di questa federazione

Art. 4 - ISCRIZIONE e CESSAZIONE DI APPARTENENZA
4.1. Chi può iscriversi
4.1.a)  Possono iscriversi a CONASFA tutte le Associazioni che raccolgono in prevalenza laureati in Farmacia e Chimica e Tecnologia Farmaceutiche che non siano titolari di farmacia o soci di farmacie costituite ai sensi della L362/1991, o titolari o soci di esercizi di vicinato
4.1.b)  Sono escluse le Associazioni che rappresentano o raccolgono in prevalenza titolari di esercizi di vicinato in quanto    portatori di interessi diversi da quelli dei farmacisti non titolari
4.2  L’iscrizione è subordinata alla ratifica da parte del Consiglio Direttivo
4.3  L’Assemblea potrà stabilire l'esclusione di un’Associazione qualora si ravvisi il mancato rispetto del presente Statuto
4.4 Come iscriversi
4.4.a)  Sono iscritte tutte le Associazioni che ne facciano richiesta e siano in regola con la quota annuale
4.4.b)  Le Associazioni aderenti sono tenute ad indicare l'anno di nascita dell'Associazione
4.4.c)  Le Associazioni aderenti sono tenute ad indicare il numero di iscritti e quello dei simpatizzanti
4.4.d)  Le Associazioni aderenti sono tenute ad indicare le fonti di finanziamento
4.4.e)  Le Associazioni aderenti sono tenute ad indicare l'eventuale appartenenza ad organizzazioni sindacali o a partiti    politici
4.4.f)  Le Associazioni aderenti sono tenute a fornire la modulistica predisposta, il verbale della delibera di adesione e copia dello statuto sociale qualora presente

4.4.g)  I Coordinamenti e Movimenti sono tenuti a fornire il verbale della delibera di adesione

4.4.h)  L’Associazione deve comunque fornire ulteriore documentazione, se richiesta

4.5  Iscriversi comporta all’Associazione:
4.5 a)  L’obbligo di versare la quota associativa annuale, di osservare lo Statuto e il Regolamento
4.5.b)  Di collaborare compatibilmente con le proprie disponibilità economiche ai progetti specifici deliberati dall’Assemblea e/o dal Consiglio Direttivo con eventuali contributi extra richiesti
4.5.c)  Gli statuti delle Associazioni e le eventuali modifiche non devono essere in contrasto con lo statuto di CONASFA
4.5.d)  Il venir meno per qualsiasi motivo del vincolo associativo comporta la decadenza dalla qualità di associato
4.6   Cessazione di appartenenza a CONASFA
4.6.a)  per rinuncia
4.6.b)  per morosità, dichiarata dal Consiglio Direttivo
4.6.c)  per indegnità, sancita dall’Assemblea
4.6.e)  per mancato deposito della documentazione richiesta

Art. 5 – ORGANI
5.1  Sono organi della Federazione:
5.1.a)  Assemblea delle Associazioni
5.1.b)  Consiglio Direttivo composto da:
  1 Presidente
  1 VicePresidente
  1 Segretario
  1 Tesoriere
  3 Consiglieri
5.1.c)  Revisori dei Conti: n.3 componenti
5.1.d)  Collegio dei Probiviri: n.3 componenti (vedi art. 6.5k)
5.2  I componenti degli organi rimangono in carica per due anni
5.3  Successivamente alla scadenza del mandato e fino alla sua sostituzione, il Consiglio Direttivo rimane in carica compiendo solamente gli atti indifferibili ed urgenti
5.4  Tutte le cariche sono a titolo gratuito e sono rieleggibili

Art.6 – ASSEMBLEA dell’ASSOCIAZIONE: ORDINARIA E STRAORDINARIA
6.1  L’Assemblea è formata dai delegati delle Associazioni iscritte
6.2  Per meglio ottemperare all’attività dell’ Associazione e permettere la più ampia partecipazione è concesso l’utilizzo di   piattaforme di videoconferenza
6.3  Le Assemblee sono convocate dal Presidente mediante avviso inviato ad ogni Associazione tramite lettera raccomandata con avviso di ricevimento o altro mezzo elettronico equivalente almeno 30 giorni prima, contenente l’indicazione del luogo, del   giorno e dell’ora della riunione e dell’ordine del giorno.
6.4  La convocazione dell’assemblea oltre ad essere indetta dal Presidente, potrà essere richiesta da almeno il 50% più uno delle  Associazioni iscritte
6.5  L’Assemblea ha le seguenti competenze:
6.5.a)  delibera sul programma di attività
6.5.b)  approva il rendiconto economico-finanziario e la Relazione del Presidente
6.5.c)  approva il Bilancio Preventivo e Consuntivo
6.5.d)  approva il Regolamento interno per l’attuazione dello Statuto
6.5.e)  elegge i membri del Consiglio Direttivo
6.5.f)  elegge eventuali rappresentanti da inviare ad incontri con le istituzioni che dovranno essere scelti preferibilmente tra coloro che hanno condiviso il percorso di costituzione e crescita di CONASFA esponendosi ed impegnandosi in questo progetto
6.5.g)  delibera su ogni altro argomento posto all’ordine del giorno inerente alle finalità della Federazione
6.5.h)  delibera sulla quota annuale
6.5.i)  delibera su contributi extra per progetti specifici
6.5.j)  elegge il Collegio Revisori dei Conti composto da n. 3 (tre) membri
6.5.k)  elegge il Collegio dei Probiviri composto da n° 3 (tre) membri, eletti nell’eventuale necessità. Tutte le controversie sociali tra associati e tra queste e CONASFA od i suoi organi, saranno sottoposte con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza del Collegio dei Probiviri, essi giudicheranno ex equo senza formalità procedurali.
Il Collegio dei Probiviri rimane in carica fino a dirimere il contenzioso. Nel Collegio dei Probiviri non possono essere eletti componenti del Consiglio Direttivo
6.6  L’Assemblea vota gli organi di cui al punto 5.1 b) c) d) fra i candidati presentati dalle singole Associazioni
6.7  L’Assemblea Ordinaria deve essere convocata almeno una volta all’anno, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio   sociale, per l’approvazione del rendiconto economico-finanziario.
6.8  L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita in 1^ convocazione con la presenza di almeno il 50% + 1 degli iscritti aventi diritto al voto; l’Assemblea è validamente costituita in 2^ convocazione qualsiasi sia il numero dei presenti
6.9  La convocazione può essere pubblicata sul sito web della Federazione e deve indicare il giorno e il luogo della riunione, l’ora della prima e della seconda convocazione, nonché l’ordine del giorno contenente gli argomenti da trattare
6.10  La seconda convocazione può essere stabilita con inizio ad un’ora di distanza dalla prima e può essere comunicata con lo stesso avviso
6.11  Ciascuna Associazione può farsi rappresentare da un delegato, iscritto all’Associazione stessa, anche se non membro del   suo Consiglio Direttivo. Fermo restando che ogni Associazione può essere rappresentata in Assemblea da un solo delegato   avente diritto al voto, ciascuna Associazione può inviare un numero illimitato di suoi iscritti che possono partecipare alla   discussione, senza diritto di voto, previa autorizzazione del Presidente.
6.12  Non sono ammesse più di n° 1 delega per Associazione
6.13  Le assemblee sono presiedute da un Presidente e un Segretario nominati dall’Assemblea
6.14  Il segretario con supporto di 2 scrutatori eletti dall’Assemblea compongono la Commissione Verifica poteri
6.15  Delle riunioni d’assemblea si redige il verbale firmato dal Presidente dell’Assemblea e dal Segretario
6.16  Le deliberazioni dell’Assemblea sono valide con la maggioranza dei presenti degli aventi diritto al voto
6.17  L’Assemblea Straordinaria è validamente costituita con la presenza di almeno il 50% + 1 delle Associazioni sia in 1^ sia in 2^ convocazione e delibera a maggioranza dei rappresentanti presenti
6.18  L’Assemblea straordinaria delibera:
6.18 a)  in ordine di proposte di modificazione dello Statuto Sociale
6.18 b)  sullo scioglimento della Federazione
6.18 c)  sulla revoca del mandato al Consiglio Direttivo

Art. 7 – CONSIGLIO DIRETTIVO
Nella medesima sede dell’Assemblea, il Consiglio Direttivo eletto deve procedere alla nomina degli incarichi come da art. 5.1 b)
7.2  Tutti gli iscritti alle Associazioni sono eleggibili
7.3  Dimissioni: in caso di dimissioni o decesso di un componente del Consiglio Direttivo, quest’ultimo valuterà la modalità organizzativa più idonea per completare il mandato
7.4  Il Consiglio Direttivo decide seguendo le linee di indirizzo dell’Assemblea, opera ed agisce con la supervisione del Presidente ed usufruendo delle tecnologie già in uso (email, telefono, videoconferenze, pec ecc ….)
7.5  Consiglio Direttivo, all’atto della stesura del documento finale, consulta l’Assemblea attraverso i referenti provinciali e non, indicati dalle Associazioni all’atto dell’iscrizione
7.6  In caso di urgenza eventuali testi potranno essere sottoposti al vaglio delle associazioni dei coordinamenti e dei movimenti aderenti via mail: verranno considerate solo le risposte ricevute entro 48 ore dall’invio
7.7  Il Consiglio Direttivo può affidare compiti organizzativi ed incarichi speciali ad iscritti delle Associazioni e/o può nominare commissioni per aree tecniche
7.8  Il Consiglio Direttivo può delegare il Presidente e/o ad altro componente del Consiglio Direttivo con potere di apertura e chiusura di conti correnti bancari e postali in via ordinaria e straordinaria.

Art. 8 – PATRIMONIO
8.1  Il fondo comune di CONASFA è costituito dalle quote associative, contributi richiesti, da contributi esterni, dagli   interessi attivi e dalle rendite patrimoniali, dai beni immobili e mobili, dagli impianti e attrezzature acquistati
8.2  Le quote e i contributi sono intrasmissibili e non sono rivalutabili
8.3  Il fondo comune è indivisibile e le Associazioni non possono richiederne la divisione, né pretenderne la quota in caso di recesso o di esclusione a qualsiasi titolo deliberata
8.4  La deliberazione di messa in liquidazione di CONASFA stabilisce le modalità di alienazione del patrimonio devolvendo in beneficienza l’eventuale rimanenza, una volta estinte tutte le passività
8.6  L’esercizio finanziario inizia il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno

Art. 9 - Sigla e logo CONASFA
La sigla CONASFA e il logo potranno essere utilizzati solo per dichiarazioni, interviste, comunicati stampa che rispecchino la linea di pensiero approvata dall’Assemblea
9.2  La sigla CONASFA e il logo potranno essere utilizzati da terzi solo su autorizzazione del Consiglio Direttivo

Art. 10 – REGOLAMENTO
Il Regolamento CONASFA integrerà il presente statuto e sarà discusso, valutato e approvato dall’Assemblea nella prima convocazione utile. Da tale data sarà parte integrante dell’attività CONASFA

Art. 11 TRATTAMENTO DEI DATI
11.1  Tutti i dati sensibili  saranno trattati secondo le norme recepite nel Decreto Legislativo 196/2003, nella misura necessaria al perseguimento degli scopi statutari

Art. 12 – DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
12.1 Le deliberazioni degli Organi previsti dal presente Statuto debbono risultare dai verbali.
12.2 CONASFA ha durata illimitata
12.3  CONASFA si estingue se gli associati si riducono a meno di n° 5 (cinque) Associazioni
12.4 Per quanto non previsto dal presente statuto, si fa riferimento alle normative vigenti in materia ed ai principi generali dell’ordinamento giuridico.


La presente scrittura su n. 03 (tre) pagine è conforme alla volontà dei Soci aderenti alla Federazione con Atto Costitutivo.

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu